La Cascina del Lago - Il paese di Monale

Monale è un paese dinamico e gioioso, ricco sia sotto l’aspetto architettonico-culturale sia come servizi e intrattenimenti (numerosi negozi, farmacia, Croce Rossa, gelateria, pub, pizzeria, bar, ecc). La cascina è situata in un punto strategico: 3 km dalla Stazione Ferroviaria di Baldichieri d’Asti, 9 Km dal casello autostradale di Asti-Ovest, 15 Km dal casello di Villanova d’Asti, e pertanto può essere considerata base di partenza per i turisti visitatori delle province del Piemonte come Asti, Alessandria, Torino, Cuneo ecc.. E’ a pochi minuti di macchina dal colle di Castelnuovo Don Bosco, l’abbazia di Vezzolano e la chiesa romanica di Mongiglietto.

Monale è un paese medievale facente parte della Comunità collinare della Valtriversa che possiede un affascinante centro storico ricco di edifici costruiti nel ‘300 di notevole importanza storico-culturale: il Castello, la Bastita, la Chiesa parrocchiale nonché altri edifici minori.
Il Castello è detto Castello Scarampi in onore ai costruttori e a coloro che tutt’oggi ancora lo possiedono in quanto, caso piuttosto singolare, per oltre 700 anni tale edificio è rimasto di proprietà della medesima famiglia: gli Scarampi di Monale e ora dei diretti discendenti i conti Gani. Il Castello sovrasta il paese ed ha attualmente pianta a U, sui lati è perfettamente conservato il fregio a “dente di sega” che ingentilisce la massa dell’immobile medioevale costituendone un’interessante particolarità. Possiede due torri e un cortile neogotico molto pittoresco con l’antico pozzo profondissimo, un grande orologio e lo stemma degli Scarampi. Il Castello è posto in un parco che può essere distinto in tre elementi: il frutteto, il giardino all’italiana (siepi e palle di bosso con una fontana al centro) e il giardino all’inglese (semplici prati che si alternano a gruppi di alberi).
Subito sotto il Castello sorge la Chiesa parrocchiale, ruolo anticamente ricoperto dall’attuale Cappella del cimitero Santa Maria del Fonte. E’ dedicata da sempre a Santa Caterina d’Egitto, o della Ruota, o di Alessandria, patrona del paese e delle ragazze da marito.. e dei filosofi, festeggiata il 25 novembre di ogni anno.La chiesa trecentesca subì un ampliamento nel 1678 quando venne costruito il campanile munito di cinque campane una delle quali dedicata proprio a Santa Caterina. Anche nel 1902 fu ampliata nel senso della lunghezza. E’ a pianta rettangolare con abside semicircolare con una cupola, quattro cappelle a destra intercomunicanti e tre a sinistra.
La Bastita sorge su un terrazzamento che sovrasta il paese con un muraglione dotato di due terrazzini esagonali dal lato che guarda la piazza; si tratta dell’edificio più antico e nacque come fortino. Ha attualmente pianta a L con il lato corto che termina con una torre considerata simbolo del paese. La cantina corre sotto il lato corto e metà del lato lungo e contiene un pozzo detto “pozzo della tortura”; esistono anche due o tre “crutin” ossia gallerie segrete sotterranee che collegavano la Bastita al Castello. La Bastita è al termine di una fase di ristrutturazione e a breve una parte di essa verrà aperta ai turisti.

Monale è pure luogo adatto per gli amanti della paleontologia, in quanto è ben noto che si possono trovare numerose conchiglie fossili della “facies astiana”.

 

Cascina del Lago - Affittacamere, Monolocali e Bilocali con cucina - Monale d'Asti (AT)
+39.339.4670000 - 0141.66173 - info@cascinadellago.it - privacy - P.I. 01328310055
web-media